Valutazione e trattamento delle scapole di Levator

Condividi

Queste raccomandazioni di valutazione e trattamento rappresentano una sintesi di informazioni derivate dall'esperienza clinica personale e dalle numerose fonti citate, o si basano sul lavoro di ricercatori, clinici e terapisti che prendono il nome (Basmajian 1974, Cailliet 1962, Dvorak e Dvorak 1984 , Fryette 1954, Greenman 1989, 1996, Janda 1983, Lewit 1992, 1999, Mennell 1964, Rolf 1977, Williams 1965).

Applicazione clinica delle tecniche neuromuscolari: Levator Scapulae (come visto in Fig. 4.36 sotto)

Valutazione del Levator Scapulae

Test di "salto" della scapola di Levator (a) Il paziente giace supino con il braccio del lato da testare disteso con la mano supina e la parte inferiore del braccio infilate sotto i glutei, per aiutare a trattenere il movimento della spalla / scapola. Il braccio controlaterale del praticante è passato attraverso e sotto il collo per coprire la spalla del lato da testare, con l'avambraccio che sostiene il collo. 11 L'altra mano del praticante supporta la testa. L'avambraccio viene utilizzato per sollevare il collo in una flessione completa senza dolore (aiutata dall'altra mano). La testa è posizionata completamente verso la flessione laterale e la rotazione, lontano dal lato da trattare.

Figura 4.36 Test MET (a) e posizione di trattamento per la scapola levator (lato destro).

Con la spalla tenuta in posizione caudale e la testa / collo nella posizione descritta (ciascuno nella sua barriera di resistenza), l'allungamento viene posizionato sull'evensore da entrambe le estremità.

Se la disfunzione esiste e / o la scapola del levator è corta, ci sarà disagio riferito all'attaccatura sul margine superiore della scapola e / o dolore riportato vicino all'attaccamento del levatore sul processo spinoso di C2.

La mano sulla spalla delicatamente lo "molla" caudalmente.

Se l'elevatore è corto, questa azione avrà un aspetto duro e legnoso. Se è normale, si avrà una sensazione morbida alla pressione di molleggio.

Test di osservazione della scapola levator (b) Una valutazione funzionale comporta l'applicazione delle prove che abbiamo visto (vedi Ch. 2) degli squilibri che si verificano comunemente tra gli stabilizzatori superiori e inferiori della scapola. In questo processo si nota la mancanza di pectoralis minor, scapole levator e trapezio superiore (nonché SCM), mentre la debolezza si sviluppa in dentato anteriore, romboidi, trapezio medio e inferiore - così come i flessori profondi del collo.

L'osservazione del paziente da dietro mostrerà spesso un'area "vuota" tra le scapole, dove si è verificata una debolezza interscapolare, oltre ad una maggiore (oltre la normale) distanza tra i margini mediali delle scapole e la spina dorsale, come le scapole avrà "alato" da esso.

Levator scapula test (c) Per vedere lo squilibrio descritto nel test (b) in azione, Janda (1996) ha il paziente nella posizione di press-up (vedi Fig. 5.15). In caso di abbassamento molto lento del petto verso il pavimento da una posizione di spinta massima, la scapola (e) sul lato (s) in cui la stabilizzazione è stata compromessa si muoverà verso l'esterno, lateralmente e verso l'alto - spesso in posizione alata - piuttosto che verso la spina dorsale.

Questo è diagnostico di stabilizzatori inferiori deboli, che implica gli stabilizzatori superiori stretti, comprese le scapole levator, come inibitori.

MET trattamento della scapola levator (Fig. 4.36)

Il trattamento delle scapole di levator con MET migliora l'allungamento dei muscoli estensori che si attaccano all'occipite e al rachide cervicale superiore. La posizione descritta di seguito viene utilizzata per il trattamento, al limite dell'intervallo di movimento facilmente raggiungibile, o un po 'meno, a seconda del grado di acutezza o cronicità della disfunzione.

Il paziente giace supino con il braccio del lato da testare disteso lungo il tronco con la mano supina. Il praticante, in piedi a capo del tavolo, passa il braccio controlaterale sotto il collo per riposare sulla spalla del paziente sul lato da trattare, in modo che l'avambraccio del praticante sostenga il collo del paziente. L'altra mano del praticante supporta e dirige la testa nel successivo movimento (sotto).

L'avambraccio del praticante solleva il collo in flessione completa (aiutata dall'altra mano). La testa viene girata completamente in flessione laterale e rotazione lontano dal lato da trattare.

Con la spalla trattenuta caudalmente dalla mano del praticante e la testa / collo in piena flessione, flessione laterale e rotazione (ciascuno nella sua barriera di resistenza), l'allungamento viene posizionato sull'evensore da entrambe le estremità.

Al paziente viene chiesto di portare la testa all'indietro verso il tavolo, e leggermente verso il lato da cui è stata girata, contro la resistenza immobile del praticante, mentre allo stesso tempo viene richiesta una leggera scrollata di spalle (20% della forza disponibile) e resistito.

Dopo la seconda contrazione isometrica 7-10 e il completo rilassamento di tutti gli elementi di questa contrazione combinata, il collo viene portato ad ulteriore flessione, piegatura laterale e rotazione, dove viene mantenuto quando la spalla è depressa caudalmente con l'assistenza del paziente ("mentre respiri fuori, fai scorrere la mano verso i tuoi piedi '). Lo stiramento viene mantenuto per 20-30 secondi.

Il processo viene ripetuto almeno una volta.

ATTENZIONE: Evitare di forzare eccessivamente questa area sensibile.

Facilitazione del tono nei fissatori delle spalle inferiori con l'uso di MET pulsato (Ruddy 1962)

Per iniziare la riabilitazione e la rieducazione propriocettiva di un debole dentato anteriore:

Il professionista posiziona un contatto di una sola cifra molto leggermente contro il bordo inferiore della scapola mediale, sul lato del trapezio superiore trattato del paziente seduto o in piedi. Al paziente viene chiesto di tentare di facilitare la scapola, nel punto di contatto digitale, verso la spina dorsale ('premere contro il mio dito con la scapola, verso la colonna vertebrale, altrettanto duro [cioè molto leggermente] mentre sto premendo contro il tuo scapola, per meno di un secondo ').

Una volta che il paziente ha imparato a stabilire il controllo sulla particolare azione muscolare necessaria per ottenere questo movimento sottile (che può richiedere un numero significativo di tentativi), e può farlo per 1 secondo per volta, ripetitivamente, sono pronti per iniziare la sequenza basato sulla metodologia di Ruddy (vedi Ch. 10, P. 75).

Al paziente viene detto qualcosa del tipo 'ora che sai come attivare i muscoli che spingono leggermente la scapola contro il mio dito, voglio che tu provi a fare questo 20 volte in 10 secondi, iniziando e fermandoti, in modo che nessun movimento effettivo posto, solo una contrazione e una fermata, ripetitivamente '.

Questa contrazione ripetitiva attiverà i romboidi, trapezii medio e inferiore e dentato anteriore - tutti i quali sono probabilmente inibiti se il trapezio superiore è ipertonico. Le contrazioni ripetitive producono anche un'inibizione reciproca automatica del trapezio superiore e della scapola levator.

Si può insegnare al paziente a mettere un dito leggero o il contatto del pollice contro la propria scapola mediale (braccio opposto dietro la schiena) in modo che l'applicazione domiciliare di questo metodo possa essere eseguita più volte al giorno.

Trattamento per i muscoli degli occhi (Ruddy 1962)

Il metodo di trattamento di Ruddy per i muscoli dell'occhio è delineato nelle note seguenti.

Il trattamento di Ruddy per i muscoli dell'occhio (Ruddy 1962)

Lo specialista in osteopatia Dr T. Ruddy ha descritto un metodo pratico di trattamento per l'applicazione dei principi MET ai muscoli dell'occhio:

  • I tamponi dell'indice, del medio e dell'anulare del praticante e del pollice vengono posizionati insieme per formare quattro contatti in cui può riposare il bulbo oculare (l'occhio chiuso) (il dito medio è sopra la cornea e il riquadro del pollice sotto di esso).
  • Questi contatti resistono ai tentativi fatti dal paziente per muovere gli occhi verso il basso, lateralmente, medialmente e verso l'alto - così come obliquamente tra questi punti cardinali - alto e mezzo medio, basso e mezzo medio, alto e mezzo laterale, basso e mezzo laterale, ecc.
  • Le dita resistono e ostacolano il percorso previsto del movimento degli occhi.
  • Ogni movimento dovrebbe durare per un conteggio "uno" e poi riposare tra gli sforzi per un conteggio simile, e in ogni posizione dovrebbero esserci ripetizioni 10 prima di muoversi intorno al circuito. Ruddy ha mantenuto il metodo rilasciato la tensione muscolare, ha permesso una migliore circolazione e un migliore drenaggio. Ha applicato il metodo come parte del trattamento di molti problemi agli occhi.

Il Dott. Alex Jimenez offre una valutazione aggiuntiva e un trattamento dei flessori dell'anca come parte di un'applicazione clinica referenziata di tecniche neuromuscolari di Leon Chaitow e Judith Walker DeLany. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alle lesioni e alle condizioni chiropratiche e spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

Dott. Alex Jimenez

Ulteriori argomenti: Benessere

La salute generale e il benessere sono essenziali per mantenere il giusto equilibrio mentale e fisico nel corpo. Dando una nutrizione equilibrata, esercitando e partecipando alle attività fisiche, a dormire regolarmente una sana quantità di tempo, seguendo i migliori suggerimenti per la salute e il benessere può in ultima analisi contribuire a mantenere il benessere complessivo. Mangiare un sacco di frutta e verdura può andare un lungo cammino per aiutare le persone a diventare sane.

ARGOMENTO IMPORTANTE: EXTRA EXTRA: A Healt You!

ALTRI IMPORTANTI ARGOMENTI: EXTRA: infortuni sportivi? | Vincent Garcia | Paziente | Chiropratico di El Paso, TX

Post Recenti

Alcuni modi per gestire il mal di schiena cronico durante l'estate

Il mal di schiena cronico non deve rovinare la stagione estiva. L'approccio migliore è ... Leggi di più

Giugno 26, 2020

Bretelle al collo, collari cervicali: tipi di rinforzi spinali

Un individuo potrebbe aver bisogno di indossare un tutore per il collo o un collo cervicale dopo la colonna cervicale ... Leggi di più

Giugno 25, 2020

Salute e benessere: stress ossidativo

Lo stress ossidativo rappresenta uno squilibrio nel corpo. Questo squilibrio è tra le specie reattive dell'ossigeno ... Leggi di più

Giugno 24, 2020

La meningite spinale può colpire la colonna vertebrale: cosa sapere

La meningite spinale non colpisce solo il cervello. La maggior parte pensa alla meningite come a un cervello ... Leggi di più

Giugno 24, 2020