Valutazione e trattamento di Sternocleidomastoid (SCM)

Condividi

Queste raccomandazioni di valutazione e trattamento rappresentano una sintesi di informazioni derivate dall'esperienza clinica personale e dalle numerose fonti citate, o si basano sul lavoro di ricercatori, clinici e terapisti che prendono il nome (Basmajian 1974, Cailliet 1962, Dvorak e Dvorak 1984 , Fryette 1954, Greenman 1989, 1996, Janda 1983, Lewit 1992, 1999, Mennell 1964, Rolf 1977, Williams 1965).

Applicazione clinica delle tecniche neuromuscolari: Sternocleidomastoid (SCM)

Valutazione per la brevità di Sternocleidomastoideo (vedi anche Box 4.10)

La valutazione per SCM è come per gli scalari - non esiste un test assoluto per la brevità, ma l'osservazione della postura (collo iperlordotico, mento in avanti) e la palpazione del grado di indurimento, fibrosi e attività del punto di innesco possono allertare alla probabile brevità di SCM. Questo è un muscolo respiratorio accessorio e, come gli scaleni, sarà accorciato da schemi respiratori inappropriati che sono diventati abituali. L'osservazione è uno strumento di valutazione accurato.

Box 4.10 Note su Sternocleidomastoid

  • Lo sternocleidomastoideo (SCM) è un muscolo prominente del collo anteriore ed è strettamente associato al trapezio. L'SCM agisce spesso come compensatore posturale per l'inclinazione della testa associata a distorsioni posturali trovate altrove (inadeguatezza funzionale o strutturale spinale, pelvica o degli arti inferiori, per esempio) sebbene raramente causino una limitazione del movimento del collo.
  • SCM è sinergico con i muscoli del collo anteriore per la flessione della testa e la flessione della colonna cervicale sulla colonna toracica, quando la colonna cervicale è già appiattita dai muscoli prevertebrali. Tuttavia, quando la testa viene posta in estensione e contratti SCM, accentua la lordosi della colonna cervicale, flette la colonna cervicale sulla colonna toracica e aggiunge all'estensione della testa. In questo modo, SCM è sia sinergico che antagonista dei muscoli prevertebrali (Kapandji 1974).
  • I punti trigger SCM sono attivati ​​dal posizionamento della testa in avanti, dalla ferita "colpo di frusta", dal posizionamento della testa per guardare verso l'alto per lunghi periodi di tempo e dalle compensazioni strutturali. Le due teste di SCM hanno ciascuna i propri schemi di riferimento del punto di innesco che includono (tra gli altri) nell'orecchio, nella parte superiore della testa, nell'articolazione temporo-mandibolare, sopra la fronte, nella gola, e quelli che causano disturbi propriocettivi, squilibri, nausea e vertigini. La tenerezza nell'SCM può essere associata a punti trigger nel muscolo digastrico e i punti di innesco digastrici possono essere satelliti di punti trigger SCM (Simons et al 1998).
  • Simons et al (1998) riportano: Quando gli oggetti di uguale peso sono tenuti nelle mani, il paziente con coinvolgimento unilaterale del punto trigger [TrP] della divisione clavicolare [di SCM] può mostrare un Anormale Test del Peso. Quando viene chiesto di giudicare quale sia il più pesante di due oggetti dello stesso peso che si assomigliano ma non possono avere lo stesso peso (due dispensatori di vaporizzatore, uno dei quali può essere stato usato) il paziente [darà] la prova di dismetria sottostimando il peso dell'oggetto tenuto in mano sullo stesso lato del muscolo sternocleidomastoideo interessato. L'inattivazione dei TrPs sternocleidomastoideo responsabili ripristina prontamente l'apprezzamento del peso con questo test. Apparentemente, gli scarichi afferenti di questi TrP disturbano l'elaborazione centrale delle informazioni propriocettive dai muscoli degli arti superiori e la funzione vestibolare correlata ai muscoli del collo.
  • I linfonodi giacciono superficialmente lungo l'aspetto mediale dell'SCM e possono essere palpati, specialmente se ingranditi. Questi nodi possono essere indicativi di infezioni craniche croniche derivanti da un'infezione alla gola, ascesso dentale, sinusite o tumore. Allo stesso modo, i punti trigger in SCM possono essere perpetuati da alcune di queste condizioni (Simons et al 1998).
  • Lewit (1999) sottolinea che la tenerezza osservata all'estremità mediale della clavicola e / o al processo trasversale dell'atlante è spesso un'indicazione dell'ipertonicità dell'SCM. Questo normalmente accompagnerà una posizione della testa in avanti e / o la tendenza alla respirazione toracica superiore, e sarà quasi inevitabilmente associato a ipertonicità, accorciamento ed evoluzione del punto di innesco nella muscolatura associata, tra cui scapole, trapezio superiore e scapola levator (vedi le note sulla sindrome incrociata in Ch. 2).

Dal momento che SCM è solo osservabile quando è normale, se l'inserimento clavicolare è facilmente visibile o qualsiasi parte del muscolo è prominente, questo può essere preso come un chiaro segno di tenuta del muscolo. Se la postura del paziente coinvolge la testa che viene trattenuta dal corpo, spesso accompagnata da lordosi cervicale e cifosi dorsale (vedere le note sulla sindrome incrociata superiore in Ch. 2)si sospetta la debolezza dei flessori profondi del collo e la tensione della SCM.

Test SCM funzionale (vedi Fig. 5.14A, B)

Al paziente in posizione supina viene chiesto di "alzare molto lentamente la testa e toccare il mento sul petto". Il praticante si trova di lato con la testa allo stesso livello del paziente. All'inizio del movimento della testa, mentre il paziente solleva questo dal tavolo, il praticante dovrebbe (se SCM fosse corto) notare che il mento è stato sollevato per primo, permettendogli di sporgere in avanti, piuttosto che la fronte che porta l'arco- come la progressione del movimento. Nella marcata brevità di SCM il mento spinge in avanti in un sobbalzo quando la testa viene sollevata. Se la lettura di questo segno non è chiara, Janda (1988) suggerisce di applicare una leggera pressione di resistenza sulla fronte mentre il paziente esegue il tentativo di "mento contro petto". Se SCM è breve, questo garantirà l'innesto del mento all'inizio.

MET Trattamento di SCM abbreviato (Fig. 4.35)

Il paziente è supino con la testa sostenuta in una posizione neutra da una delle mani del professionista. Le spalle poggiano su un cuscino o un asciugamano piegato, in modo che quando la testa viene posizionata sul tavolo, sarà leggermente allungata. La mano controlaterale del paziente si appoggia sull'aspetto superiore dello sterno per fungere da cuscinetto quando la pressione viene applicata durante la fase di stiramento dell'operazione (come nel trattamento scaleno e pettorale). La testa del paziente è completamente ma comodamente ruotata, contralmente.

Figura 4.35 MET di sternocleidomastoide sulla destra.

Al paziente viene chiesto di sollevare leggermente la testa completamente ruotata verso il soffitto e di trattenere il respiro. Quando la testa viene sollevata, non c'è bisogno che il terapeuta applichi resistenza in quanto la gravità lo fornisce in modo efficace.

Dopo 7-10 secondi di contrazione isometrica (idealmente con il respiro trattenuto), al paziente viene chiesto di rilasciare lentamente lo sforzo (e il respiro) e di posizionare la testa (ancora in rotazione) sul tavolo, in modo che un piccolo grado di estensione si verifica.

La mano del praticante copre la mano del "cuscino" del paziente (che poggia sullo sterno) per applicare la pressione obliqua / stiramento allo sterno, per allontanarlo dalla testa e verso i piedi.

La mano non coinvolta nello stiramento caudale dello sterno dovrebbe trattenere delicatamente la tendenza che la testa dovrà seguire in questo tratto, ma non dovrebbe in nessuna circostanza esercitare pressione per allungare la testa / collo mentre si trova in questa posizione di rotazione vulnerabile e leggera estensione.

Il grado di estensione del collo deve essere minimo, 10-15 ° al massimo.

Questo allungamento, che viene applicato mentre il paziente espira, viene mantenuto per non meno di 20 secondi per iniziare il rilascio / stiramento delle strutture ipertoniche e fibrotiche. Ripeti almeno una volta. L'altro lato dovrebbe quindi essere trattato allo stesso modo.

ATTENZIONE: È necessario prestare attenzione, specialmente con pazienti di mezza età e anziani, nell'applicare questa utile procedura di stretching. Dovrebbero essere effettuati test appropriati per valutare i problemi di circolazione cerebrale. La presenza di tali problemi indica che questo particolare MET dovrebbe essere evitato.

Il Dott. Alex Jimenez offre una valutazione aggiuntiva e un trattamento dei flessori dell'anca come parte di un'applicazione clinica referenziata di tecniche neuromuscolari di Leon Chaitow e Judith Walker DeLany. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alle lesioni e alle condizioni chiropratiche e spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

Dott. Alex Jimenez

Ulteriori argomenti: Benessere

La salute generale e il benessere sono essenziali per mantenere il giusto equilibrio mentale e fisico nel corpo. Dando una nutrizione equilibrata, esercitando e partecipando alle attività fisiche, a dormire regolarmente una sana quantità di tempo, seguendo i migliori suggerimenti per la salute e il benessere può in ultima analisi contribuire a mantenere il benessere complessivo. Mangiare un sacco di frutta e verdura può andare un lungo cammino per aiutare le persone a diventare sane.

ARGOMENTO BENESSERE: EXTRA EXTRA: Gestione dello stress sul posto di lavoro

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘