Sempre affamato? Questo unico ingrediente potrebbe essere colpevole

Condividi

Tutti sanno che i cibi salati ti fanno venire sete. Ma secondo una nuova ricerca, quando le persone aumentano l'assunzione di sodio a lungo termine, in realtà bevono meno acqua. E non è l'unica scoperta sorprendente dello studio: alti livelli di sodio aumentano anche i sentimenti di fame, affermano gli autori, il che potrebbe suggerire che le diete salate contribuiscono all'aumento di peso.

Gli esperti sostengono questa scoperta controintuitiva: quel sale dietetico aumenta l'appetito ma diminuisce la sete—Pende più di 100 anni di saggezza scientifica convenzionale. I risultati sono stati pubblicati questa settimana come una serie di due articoli nel Journal of Clinical Investigation.

Nel primo documento, i ricercatori tedeschi e americani riportano sui cosmonauti russi 10 che hanno partecipato a programmi di simulazione di volo da 2009 a 2011. Gli uomini vivevano in un ambiente strettamente controllato per mesi alla volta, quindi erano ideali per la ricerca nutrizionale e metabolica.

Gli autori volevano vedere cosa sarebbe successo se avessero gradualmente ridotto i cosmonauti assunzione di sale dietetico da 12 grammi al giorno (simile a una dieta russa media) a 6 grammi al giorno (raccomandazione della maggior parte degli esperti sanitari nazionali). La scienza prevalente suggeriva che gli uomini avrebbero avuto meno sete e avrebbero bevuto meno acqua, poiché i loro livelli di sodio diminuivano.

Ma non è quello che è successo. Invece, gli uomini hanno bevuto meno acqua quando erano sul alto- dieta salata - suggerendo che i loro corpi stavano conservando o producendo più acqua, non sciacquandola con il sale, come precedentemente sospettato.

L'autore senior Jens Titze, MD, professore associato di medicina e di fisiologia molecolare e biofisica presso la Vanderbilt University, afferma che i risultati sono stati inaspettati, ma non del tutto sorprendenti.

"Ha senso che su una dieta ricca di sale, il corpo vuole prevenire la perdita di acqua", dice. "Quindi i reni devono trovare un modo per aumentare il contenuto di acqua - e se hai più contenuto di acqua nel tuo corpo, avrai meno sete."

Gli uomini hanno anche riferito di sentirsi più affamati quando i loro livelli di sale erano più alti, anche se stavano assumendo la stessa quantità di calorie e sostanze nutritive. Ciò può essere dovuto al fatto che il corpo ha bisogno di energia extra per conservare l'acqua, spiega il dott. Titze. "Penso che se avessimo offerto ai cosmonauti più cibo, avrebbero mangiato troppo e guadagnato peso", dice.

RELAZIONATO: 13 Alimenti più salati di quanto pensiate

Nel secondo documento, i ricercatori hanno replicato i loro risultati nei topi. In questi esperimenti, loro fatto scopri che i topi nelle diete ad alto contenuto di sale hanno mangiato più cibo di quelli nelle diete a basso contenuto di sale. Hanno anche scoperto che le diete ricche di sale erano associate a rottura delle proteine ​​muscolari. La proteina è stata convertita in urea, una sostanza chimica che consente ai reni di riassorbire il fluido e prevenire la perdita di acqua mentre il sale viene escreto.

Inoltre, il processo di decomposizione è stato alimentato da un aumento dei glucocorticoidi, composti che, nell'uomo, sono stati collegati allo sviluppo di diabete, obesità, malattia cardiaca e l'osteoporosi. È significativo, afferma il dott. Titze, perché fino ad oggi gli scienziati si sono concentrati principalmente sul contributo del sodio alta pressione sanguigna.

"I nostri risultati suggeriscono che c'è molto altro da sapere", afferma. Se una dieta ricca di sale innesca un aumento dei glucocorticoidi, dice, potrebbe predisporre le persone ad altri problemi di salute cronici, anche in assenza di variazioni della pressione sanguigna. E potrebbe potenzialmente aumentare il rischio di sindrome metabolica, una combinazione di tre o più fattori di rischio per malattie cardiache e diabete.

RELAZIONATO: 24 Ricette gustose a basso contenuto di sodio per ogni pasto

Titze afferma che, quando si tratta degli effetti a breve termine dei cibi salati, la "saggezza del barista" è ancora valida. "Se metti le noccioline salate davanti ai tuoi clienti, consumeranno assolutamente più bevande", afferma. "Ma la nostra ricerca ha dimostrato che, per diversi mesi e anche per più di 24 ore, conserveranno più acqua e in realtà ne consumeranno di meno".

In un articolo di commento di accompagnamento, Mark Zeidel, MD, professore di medicina alla Harvard Medical School, ha scritto che i nuovi studi sfidano le credenze comuni su come i livelli di sodio e fluidi sono bilanciati nel corpo. Dimostrano anche che un aggiustamento del sale nella dieta "cambia il metabolismo delle proteine ​​e dei grassi e altera le abitudini alimentari e di consumo", tra gli altri cambiamenti fisiologici nel corpo.

Imparare di più su questi cambiamenti può aiutare gli scienziati a sviluppare nuovi trattamenti per condizioni come l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca congestizia, ha scritto il dott. Zeidel. Il dott. Titze afferma che potrebbe anche aiutare i medici a comprendere meglio la connessione tra sale e aumento di peso.

Per ottenere i nostri migliori consigli nutrizionali consegnati nella tua casella di posta, registrati per Newsletter sulla vita sana

Naturalmente, la maggior parte del sodio nella tipica dieta americana non proviene dal sale da cucina; viene dai pasti del ristorante e alimenti trasformati che tendono ad essere ricchi di zuccheri, grassi saturi e carboidrati semplici, quindi ce ne sono già molte ragioni per limitare questi nella tua dieta. Questi nuovi studi potrebbero suggerirne uno in più.

Il Dr. Titze afferma che se le teorie della sua squadra reggono, riduzioni del contenuto di sodio nelle industrie alimentari e di ristorazione confezionate potrebbe potenzialmente prevenire alcuni di questi effetti dannosi sul metabolismo e l'appetito. Fino ad allora, adotta un semplice approccio per ridurre il sodio e gestire il suo peso: "Se mangi meno di tutto, mangerai automaticamente meno sodio", dice. "Quindi la mia idea è di esercitare un po 'di più e mangiare di meno in generale."

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘