Alimenti che innescano i sintomi della neuropatia periferica | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Cibi che provocano i sintomi della neuropatia periferica

La neuropatia periferica è una condizione medica in cui si verificano danni o disturbi del nervo, provocando sintomi comuni come formicolio o sensazioni di bruciore o intorpidimento nelle mani e nei piedi. La fonte della neuropatia può essere spesso difficile da diagnosticare ma alcuni fattori che possono contribuire allo sviluppo della condizione sono: carenze vitaminiche, lesioni traumatiche, diabete, chemioterapia, alcolismo, infezioni, malattie renali, tumori e esposizione ai veleni.

Anche se questi sono alcuni dei fattori più frequentemente segnalati responsabili dello sviluppo della condizione, molti degli alimenti comuni che mangiano quotidianamente e in grandi quantità possono in realtà peggiorare la neuropatia periferica. I seguenti sono diversi dei cibi che possono aggravare i danni del nervo e la disfunzione, nonché aumentare i dolorosi sintomi della neuropatia.

Glutine

Prima di tutto, qual è il glutine? Il glutine è una proteina di conservazione trovata in frumento, orzo e segale. Le fonti più comuni di glutine includono la maggior parte dei pani, dei cereali, della pasta, dei cracker, dei biscotti, delle torte, delle pasticcerie e di tutti gli alimenti che contengono farina bianca, di frumento o di torta.

Le persone con malattia celiaca, meglio descritta come un'allergia al glutine, possono innescare e peggiorare i sintomi della neuropatia periferica se il glutine viene consumato. Circa il 50 per cento degli adulti con celiachia non sono nemmeno consapevoli di avere questo disturbo autoimmune. La malattia celiaca, come accennato in precedenza, è un'allergia al glutine, tuttavia molti individui possono avere una sensibilità al glutine senza malattia celiaca. Infatti, 18 milioni di persone negli Stati Uniti sono state attualmente diagnosticate con una qualche forma di sensibilità al glutine. Sia la sensibilità al glutine e la celiachia possono causare o aumentare sensazioni di formicolio e intorpidimento, nonché altri sintomi neuropatici.blog di giovane donna che punta al pulsante rosso che dice ricevere cura oggi

Se si dispone di qualsiasi tipo di sensibilità al glutine o allergia, alternative appropriate per la proteina di stoccaggio includono: riso, farina d'avena, cereali a base di mais e riso, pani etichettati come glutine e patate.

Grani raffinati

I grani raffinati possono aggravare la neuropatia periferica perché questi sono altamente glicemici, il che significa che possono avere un enorme impatto sui livelli di zucchero nel sangue. Poiché gli zuccheri raffinati causano un picco di zucchero nel sangue, l'infiammazione in tutto il corpo è aumentata, peggiorando tutti gli altri sintomi associati ad esso. L'infiammazione cronica può causare la neuropatia periferica e peggiorare i danni ai nervi, con conseguente aumento del dolore e diminuzione della funzione di molte strutture del corpo.

Secondo l'Associazione Diabete, il controllo dei livelli glicemici nel corpo può essere la strategia più efficace per prevenire la progressione della neuropatia associata a pre-diabete o diabete, che è il motivo più comune per il disturbo.

Per controllare la glicemia nel corpo, sostituire i cereali e i prodotti raffinati, compresi il pane bianco e il frumento, la pasta arricchita, il riso bianco e il riso istantaneo, i cereali a bassa fibra e gli alimenti a base di snack trasformati, come pretzelle, patatine fritte e cracker, con cereali integrali. Alternative nutrizionali di grado intero comprendono l'avena, l'orzo, il riso bruno, il quinoa e il miglio.

Zuccheri aggiunti

Gli zuccheri supplementari che vengono aggiunti agli alimenti, come lo zucchero di canna, lo sciroppo di mais e lo sciroppo di mais di fruttosio alto, aggiungono il sapore dolce a molti dei nostri snack preferiti ma questi forniscono pochissime sostanze nutritive agli alimenti e possono infine aumentare i sintomi associati alla neuropatia periferica.

Le fonti comuni di zuccheri aggiunti includono: bevande analcoliche regolari, caramelle, cioccolato al latte, cereali zuccherati, sciroppo di pancake, gelatine, dessert congelati e dolci commercializzati, biscotti, pasticcini e torte. Semplici di grani raffinati sono elevati glicemici e possono influenzare livelli di zucchero nel sangue nel corpo. Inoltre, le diete ricche di zuccheri aggiunti sono più comunemente associati con cattiva alimentazione di nutrienti.

Per proteggersi dalle carenze nutrizionali che possono portare a sintomi neuropatici peggiorati, scegliere alimenti nutrienti con zuccheri naturali, come frutta, verdura e cereali integrali, invece di snack zuccherati.

Grassi difettosi

I grassi sono essenziali per la vostra dieta come proteine ​​e carboidrati in quanto sono necessari per fornire energia all'organismo e per aiutare a trattare una varietà di vitamine e ormoni di produzione. Tuttavia, quando la nostra dieta è composta principalmente da grassi cattivi rispetto a grassi buoni, molte complicazioni possono iniziare a influenzare il corpo.

Il peggior tipo di grassi alimentari è grassi trans. I grassi trans sono comunemente elencati sulle etichette come oli idrogenati o oli parzialmente idrogenati. Questi possono aumentare l'infiammazione nel corpo, aumentare il colesterolo cattivo o LDL e possono contribuire allo sviluppo della resistenza all'insulina che può danneggiare i piccoli vasi sanguigni necessari per fornire nutrienti ai nervi periferici.

I grassi saturi comunemente presenti nelle carni grasse e nei prodotti lattiero-caseari spesso hanno una cattiva reputazione all'interno del campo medico, ma studi di ricerca, incluso uno studio pubblicato da Harvard Health Publications, mostrano che una dieta con una moderata quantità di grassi saturi da frutta, come avocado e olio di cocco, può offrire ampie prestazioni sanitarie al sistema cardiovascolare. Ulteriori studi hanno anche concluso che un piccolo o moderato consumo di grassi saturi animati può anche fornire diversi benefici per la salute. Si consiglia di mangiare quantità moderate di sana fonte di grassi, tra cui: avocado, noci, semi, oli di cocco e ghee.

latteria

Il latte è uno degli alimenti più infiammatori nella nostra dieta moderna, seconda solo al glutine. Provoca l'infiammazione in una grande percentuale della popolazione. Gli individui che hanno già sviluppato la neuropatia periferica hanno una qualche forma di danno nervoso e l'infiammazione può colpire ulteriormente i nervi, aumentando successivamente il dolore e altri sintomi associati alla neuropatia. L'infiammazione causata dal consumo di prodotti lattiero-caseari può anche causare problemi digestivi, come gonfiore, gas, costipazione, diarrea e può peggiorare i comportamenti autistici.

Perché il cibo che mangiamo influisce sulla neuropatia

In sostanza, il cibo che consumiamo fornisce al nostro corpo le necessarie sostanze nutritive necessarie per funzionare correttamente. Senza i corretti nutrienti, i nostri processi metabolici possono subire e la nostra salute generale e il benessere possono diminuire. Il cibo che mangiamo è fondamentale per il nostro benessere.

I nutrienti sono le sostanze presenti negli alimenti che sono fondamentali per la crescita, lo sviluppo, la riparazione e la manutenzione delle funzioni del corpo. Se la dieta di un individuo è carente di sostanze nutritive, la loro salute può essere compromessa. Le carenze nutrizionali si verificano consumando una dieta composta da cibi veloci, cibi spazzatura o alimenti trasformati con poco cibi interi. Inoltre, consumando bevande regolari come soda, caffè, bevande energetiche, bevande zuccherate e alcool, possono esaurire vitamine e minerali essenziali nel corpo, tra cui: vitamine B1, B6, B12, acido folico, calcio e magnesio.

I nutrienti sono incaricati di dare istruzioni al nostro corpo su come funzionare efficacemente fornendo anche i materiali necessari per svolgere le funzioni appropriate per mantenere la salute generale e il benessere. In conclusione, è importante ricordare che il cibo che mangiamo può agire come un farmaco per mantenere, prevenire e trattare malattie, come la neuropatia periferica.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 . Fornitore superiore

Dott. Alex Jimenez

Argomenti aggiuntivi: Dolore al collo e lesioni auto

Il dolore al collo è caratterizzato come il sintomo più prevalente dopo essere stato coinvolto in un incidente automobilistico. Durante una collisione auto, il corpo è esposto ad una molta forza di forza a causa dell'impatto ad alta velocità, causando che la testa e il collo si abbattono bruscamente avanti e indietro mentre il resto del corpo resta in posizione. Ciò spesso determina il danno o la lesione della colonna cervicale e dei suoi tessuti circostanti, portando al dolore al collo e ad altri sintomi comuni associati a disturbi correlati al colpo di frusta.

.video-container {posizione: relativa; imbottitura inferiore: 63%; imbottitura: 35px; altezza: 0; overflow: nascosto;}. video contenitore iframe {posizione: assoluto; top: 0; a sinistra: 0; larghezza: 100%; altezza: 100%; confine: nessuno; max-width: 100% importante;}!

foto di blog di cartone animato grande notizie

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>