Chiropratica

Terapia della luce per le malattie del cervello | Parte 2

Condividi

Introduzione

Lo cervello fa parte del sistema nervoso centrale e la sua funzione primaria è quella di trasmettere segnali neuronali in tutto il corpo. I segnali neuronali assicurano che non solo il corpo funzioni, ma che il cuore batte regolarmente, il budello sta digerendo il cibo, pressione sanguigna e le sensazioni emotive sono normali. Quando ci sono agenti patogeni indesiderati che si attaccano ai segnali neuronali e viaggiano verso il cervello, possono svilupparsi malattie neurodegenerative col tempo. Fortunatamente ci sono modi terapeutici per smorzare gli effetti delle malattie neurodegenerative e uno di questi è la terapia a bassa luce laser. In questa serie in 2 parti, daremo un'occhiata a come la terapia della luce può essere benefica per le persone che soffrono di malattie neurodegenerative. Parte 1 ha dato un'occhiata a come diverse infezioni microbiche sono coinvolte nella neurodegenerazione del cervello. Inviando i pazienti a fornitori qualificati e qualificati specializzati in servizi neurologici. A tal fine, e quando appropriato, consigliamo ai nostri pazienti di rivolgersi ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame. Riteniamo che l'istruzione sia la chiave per porre domande preziose ai nostri fornitori. Il Dr. Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

La mia assicurazione può coprirlo? sì, in caso di dubbi ecco il link a tutte le compagnie assicurative che copriamo. In caso di domande, chiamare il Dr. Jimenez al 915-850-0900.

Terapia a basso laser per il cervello

Vedendo come le malattie neurologiche e neuropsichiatriche siano di natura degenerativa caratterizzate dall'aggregazione proteica, esistono nuovi metodi per trattare l'aggregazione proteica e i problemi a valle poiché il corpo umano utilizza l'energia luminosa per catalizzare le reazioni chimiche e aiutare a smorzare gli effetti dell'aggregazione proteica. Questo è indicato come "fotobiomodulazione" o terapia laser bassa. La terapia laser a basso ha molecole endogene che hanno picchi di assorbimento diversi in tutto lo spettro elettromagnetico, risultando così in diversi effetti fisiologici:

  • Melanina (~340 nm)
  • Emoglobina non legata (~430 nm)
  • Acqua (~1900 nm)
  • Citocromo C mitocondriale ridotto (~605 nm)

Gli studi hanno trovato che la bassa terapia laser applicata alla fronte e alle aree del cuoio capelluto di un individuo con lesione cerebrale traumatica ha contribuito a migliorare la funzione cognitiva nel cervello. L'alterazione della fisiologia umana con la luce è una potente terapia per numerose condizioni poiché la "gamma terapeutica" comune delle lunghezze d'onda del laser per il trattamento delle malattie va da ~600 nm a 1000 nm. Queste lunghezze d'onda penetrano prontamente nei tessuti mentre colpiscono bersagli biologici rilevanti per la malattia.

I meccanismi di LLT

 

Gli studi di ricerca mostrano che la terapia a basso laser esercita effetti benefici sugli esiti motori e istopatologici dopo una lesione cerebrale traumatica, migliorando anche il recupero cognitivo e limitando il infiammazione dopo l'infortunio. I meccanismi a livello cellulare e molecolare della bassa terapia laser possono aiutare ad aumentare la produzione di ATP, rilasciare ossido nitrico, modificare l'espressione genica del corpo normalizzando i potenziali di membrana tramite l'attivazione di canali ionici fotosensibili. Anche se un cervello funzionale può cambiare dalla fotobiomodulazione, non si tratta solo di aumentare la circolazione sanguigna. Altri fattori benefici che la terapia laser a basso includono:

  • Induzione proteica da shock termico
  • Angiogenesi e aumento del flusso sanguigno
  • Dolore ridotto e infiammazione
  • Aumento della crescita dei tessuti
  • Maggiori prenotazioni Proliferazione di HCTP
  • Ridotta atrofia tissutale (a causa del basso tasso di apoptosi)
  • Miglioramento della funzione motoria in muscolo scheletrico

Altri studi hanno trovato che l'applicazione della terapia a basso laser sul cuoio capelluto può aiutare a migliorare la funzione mitocondriale e aumentare l'adenosina trifosfato (ATP), entrambi importanti per metabolismo cellulare. Ciò consente all'ossido nitrico di essere rilasciato localmente e aumenta il flusso sanguigno cerebrale regionale al cervello.


Terapia HCTP

HCTP (prodotti di tessuto cellulare umano) o cellule staminali* ne fanno parte trattamento cellulare rigenerativo che le cliniche e le organizzazioni di distribuzione affiliate a livello internazionale e nazionale utilizzano per aiutare a rafforzare il processo di guarigione naturale del corpo. HCTP viene utilizzato per riparare e rigenerare le cellule danneggiate, i tessuti malati e gli organi riportandoli al loro stato di funzionamento originale nel corpo. Insieme a più e prossima ricerca riguardo alle proprietà benefiche dell'HCTP, molte persone possono iniziare il loro percorso di benessere senza dolore.


L'"effetto arcobaleno"

Conosciuto come "Effetto Arcobaleno", la cromoterapia è un metodo di trattamento che utilizza lo spettro cromatico delle radiazioni elettromagnetiche per aiutare le malattie come studi dimostrano. Con una bassa terapia laser che aiuta la funzione cognitiva, molti operatori sanitari utilizzano le lunghezze d'onda della luce colorata per aiutare il corpo a sentire meno dolore. Ciascuna delle diverse lunghezze d'onda elettromagnetiche è correlata ai colori dell'arcobaleno e fornisce frequenze diverse per affrontare i disturbi che una persona sta provando. Alcuni degli altri trattamenti offerti dalla cromoterapia e dalla terapia a basso laser includono:

  • Blu di metilene
  • Irradiazione del sangue UV
  • Terapia fotodinamica antimicrobica

 

Blu di metilene

 

Il colorante multiuso è stato storicamente utilizzato per la malaria e la metaemoglobinemia e il blu di metilene funge da donatore di elettroni per il complesso ETC IV. Può assorbire la luce come una citocromo ossidasi endogena per aumentare la catalisi e allo stesso tempo aumentare il consumo di ossigeno e la produzione di ATP nel corpo. Studi di ricerca hanno trovato che il blu di metilene può attraversare la barriera ematoencefalica e formare un sistema reversibile di riduzione dell'ossidazione con capacità auto-ossidante. Con blu di metilene che inibisce l'aggregazione proteica ricombinante in vitro, anche se aggiunto a oligomeri e fibrille preformati. Altri studi hanno trovato che il blu di metilene può aiutare a migliorare la ritenzione di memoria dell'estinzione del condizionamento della paura nel cervello. Può aiutare a combattere il metabolismo mitocondriale alterato con i suoi effetti antiossidanti e aumento della sopravvivenza dei neuroni corticali primari trasdotti con mutante Htt, ridotta neurodegenerazione.

 

Irradiazione del sangue UV

L'irradiazione del sangue ultravioletta (UBI) è stata ampiamente utilizzata negli anni '1940 e '1950 per trattare molte malattie
tra cui setticemia, polmonite, tubercolosi, artrite, asma e persino poliomielite. I primi studi sono stati condotti da diversi medici negli Stati Uniti e pubblicati sull'American Journal of Surgery. Tuttavia, con lo sviluppo degli antibiotici, l'uso di UBI è diminuito e ora è stato chiamato "la cura dimenticata dal tempo". Studi di ricerca hanno trovato che l'irradiazione del sangue UV è stata utilizzata come approccio alternativo al trattamento delle infezioni come terapia immunomodulante normalizzando anche i parametri del sangue. Si ritiene che i risultati sorprendenti provengano dagli effetti sul sistema immunitario di:

  • Aumento della fagocitosi
  • Aumenta la secrezione di NO e specie reattive dell'azoto
  • La disattivazione dei linfociti circolanti può ridursi infiammazione
  • Si attiva un aumento transitorio dei ROS difese antiossidanti

 

Terapia fotodinamica antimicrobica

La terapia antimicrofotodinamica è un approccio terapeutico che può uccidere i microrganismi combinando la luce (di una lunghezza d'onda specifica), una sostanza fotosensibile (fotosensibilizzante) e l'ossigeno efficace contro i patogeni resistenti ai farmaci. Gli studi hanno trovato che la terapia fotodinamica antimicrobica è stata utilizzata per trattare le infezioni che si trovano nelle cavità del corpo ed è un colorante non tossico che si lega ai microbi nel corpo con pochi effetti collaterali ed è conveniente.

 

As studi dimostrano che i fotosensibilizzanti forniscono l'inattivazione batterica a causa della loro interazione con ossigeno e ROS. Poiché i fotosensibilizzatori assorbono i fotoni e sono eccitati in uno stato altamente reattivo, la loro reazione con l'ossigeno ambientale genera specie reattive dell'ossigeno e provoca danni irreparabili al DNA microbico e alle pareti cellulari fino alla morte.

 

Conclusione

Tutto sommato, è importante trovare molti modi terapeutici per trattare numerosi disturbi e malattie cerebrali che possono causare disfunzioni cerebrali e causare lo sviluppo di malattie croniche nel corpo. Poiché il cervello fa parte del sistema nervoso centrale, i segnali neuronali necessitano di quella connessione bidirezionale con il corpo, gli organi e il cervello per funzionare. Apportare piccoli cambiamenti nello stile di vita e nelle abitudini alimentari di una persona può migliorare la funzione cognitiva e consentire alle persone di stare bene nel loro percorso di benessere.

 

Referenze

Azeemi, Samina T Yousuf e S Mohsin Raza. "Un'analisi critica della cromoterapia e della sua evoluzione scientifica". Medicina alternativa e complementare basata sull'evidenza: ECAM, Oxford University Press, dicembre 2005, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1297510/.

Hamblin, Michael R e Tayyaba Hasan. "Terapia fotodinamica: un nuovo approccio antimicrobico alle malattie infettive?" Scienze fotochimiche e fotobiologiche: Gazzetta ufficiale dell'Associazione europea di fotochimica e della Società europea di fotobiologia, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, maggio 2004, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3071049/.

Hamblin, Michael R. "Irradiazione ultravioletta del sangue: 'La cura dimenticata dal tempo'?" Avanzamenti in medicina sperimentale e biologia, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6122858/.

Khuman, Jugta, et al. "La fototerapia laser di basso livello migliora i deficit cognitivi e inibisce l'attivazione della microglia dopo l'impatto corticale controllato nei topi". Journal of Neurotrauma, Mary Ann Liebert, Inc., 20 gennaio 2012, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3261787/.

Naeser, Margaret A, et al. "Funzione cognitiva migliorata dopo trattamenti transcranici con diodi emettitori di luce in lesioni cerebrali croniche e traumatiche: due casi clinici". Fotomedicina e Chirurgia Laser, Mary Ann Liebert, Inc., maggio 2011, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3104287/.

Naeser, Margaret A, et al. "Miglioramenti significativi nelle prestazioni cognitive Trattamenti post-transcranici, con diodi emettitori di luce rossi / nel vicino infrarosso in lesioni cerebrali traumatiche croniche e lievi: studio a protocollo aperto". Journal of Neurotrauma, Mary Ann Liebert, Inc., 1 giugno 2014, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4043367/.

Pinto, Giuliana Guerra, et al. "Efficienza della terapia fotodinamica antimicrobica con Photodithazine® su ceppi MSSA e MRSA". Antibiotici (Basilea, Svizzera), MDPI, 17 luglio 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8300773/.

Riha, Penny D, et al. "Il potenziatore metabolico cerebrale blu di metilene migliora l'apprendimento della discriminazione nei ratti". Farmacologia, biochimica e comportamento, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, aprile 2007, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2040387/.

Rodriguez, Pavel, et al. "Il blu di metilene modula la connettività funzionale nel cervello umano". Imaging e comportamento del cervello, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, giugno 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5018244/.

Disclaimer

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Terapia della luce per le malattie del cervello | Parte 2" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dott. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dott. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Regali salutari: il team chiropratico di El Paso

Apportare e mantenere cambiamenti di stile di vita sani non deve essere così impegnativo quando si è circondati... Continua a leggere...

Dicembre 2, 2022

L'approccio clinico alla SBAR in una clinica chiropratica

https://youtu.be/ltloXhUvi1Y Introduction Dr. Alex Jimenez, D.C., presents how the SBAR method is used in a… Continua a leggere...

Dicembre 2, 2022

Iniezione del blocco del nervo sciatico: lesioni Chiropratica medica

Trattamenti non invasivi come cure chiropratiche, decompressione non chirurgica, massoterapia, farmaci antinfiammatori non steroidei/FANS, esercizi mirati/specifici e... Continua a leggere...

Dicembre 1, 2022

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Valutazione e trattamento della disfunzione ormonale

https://youtu.be/RgVHIn-ks8I Dr. Alex Jimenez, D.C., presents how hormonal dysfunction can be assessed and treated through… Continua a leggere...

Dicembre 1, 2022

Spondilite anchilosante e nebbia cerebrale: lesioni chiropratiche mediche

La spondilite anchilosante, o AS, è un tipo di artrite infiammatoria che di solito colpisce la colonna vertebrale,... Continua a leggere...

30 Novembre 2022

Massaggio della sciatica: squadra di chiropratica medica per lesioni

Un massaggiatore certificato/con licenza esegue un massaggio terapeutico chiropratico sotto la direzione di un chiropratico per... Continua a leggere...

29 Novembre 2022